Mutui Casa: vantaggi e svantaggi

Finanziamenti vantaggiosi per immboili

I finanziamenti che consentono alle famiglie e ai privati di acquistare, ristrutturare o costruire l’abitazione prendono il nome di mutui casa. Si tratta di una forma di prestito strategicamente importante per un territorio, in quanto mette in moto l’economia locale: insieme all’immobile, occorre dotarsi di impianti energetici, mobili e arredamento, servizi di telefonia ed internet, elettrodomestici e articoli tecnologici. Ben si capisce quindi come i mutui siano decisivi per la salute economica di una regione. Ma quali sono i loro vantaggi e svantaggi più importanti?

I vantaggi di un mutuo casa

Possedere somme a 6 cifre che consentano di acquistare un immobile pagandolo in un’unica soluzione è un privilegio che la maggior parte dei cittadini non si può permettere. Ecco allora che banche e società finanziarie vengono incontro alle esigenze abitative offrendo dei finanziamenti e mutui casa per lavoratori precari appositamente ideati per evitare che la restituzione della somma ricevuta abbia un pesante impatto sul bilancio familiare. Uno dei vantaggi principali del mutuo consiste infatti nel suo piano di ammortamento a lungo termine, che può anche raggiungere i 30 o i 40 anni. In questo caso, la somma erogata potrà essere ripagata tramite piccoli frazionamenti mensili. Specialmente in questo periodo, i contraenti possono inoltre beneficiare di tassi d’interesse piuttosto bassi, soprattutto quelli variabili. Ma anche optando per la soluzione del mutuo a tasso fisso si potrà effettuare una scelta lungimirante, in quanto gli importi mensili da pagare in futuro risulteranno ridotti.

Gli svantaggi dei mutui

Chi richiede un mutuo sa bene che dovrà impegnarsi finanziariamente per un lungo periodo di tempo. Si tratta di una scelta che incide sullo stila di vita dei contraenti, che per onorare il debito dovranno necessariamente limitare le uscite mensili: esporsi al rischio di non poter pagare le rate comporta infatti, nel peggiore dei casi, il pignoramento dell’immobile.

Sebbene sia una fattore che può sembrare inizialmente vantaggioso, scegliere un mutuo a tasso variabile può risultare rischioso nel medio-lungo termine, in quanto i tassi potrebbero diventare meno convenienti, incrementando così le rate da saldare mensilmente.