Il punto della situazione finanziaria [Marzo 2017]

Cosa è successo nel mese di Marzo 2017 in tema di economia e finanza nazionale ed internazionale? Ecco un breve riassunto della situazione finanziaria.

Si chiude un trimestre generalmente positivo per le Borse europee,  anche se in questi ultimi giorni del mese hanno mostrato qualche cedimento. Gli acquisti azionari hanno avuto un impulso per lo più favorevole, registrando qualche calo ed incertezza tali però da non destare comunque preoccupazione. Anche le borse asiatiche e quella di Tokyo in particolare, sono in lieve ribasso.

Per quanto concerne l’Italia, mentre è in corso il forum annuale di Confcommercio a Cernobbio (domani, a conclusione dei lavori, è atteso l’intervento del premier Gentiloni), si attendono i dati (provvisori) relativi all’inflazione di Marzo 2017. Per operare un confronto utile, sarebbe opportuno verificare anche i dati sull’inflazione provenienti dall’Eurozona.

Si accelerano intanto i tempi per operare il “salvataggio” delle banche venete (Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca) grazie agli aiuti di Stato. A tale scopo l’Unione Europea è intervenuta per rendere l’operazione più veloce e trasparente possibile.

Il cambio euro-dollaro sta attraversando una fase di stabilità, mentre le quotazioni petrolifere registrano un leggero calo. Le quotazioni dell’oro dell’ultimo trimestre, invece, sono le migliori rilevate nell’ultimo anno. Sia sulle une che le sulle altre hanno inciso le recenti scelte in materia economica e politica del presidente americano Donald Trumph.

La situazione della Gran Bretagna è sotto i riflettori degli economisti, che si stanno chiedendo cosa accadrà adesso, visto che dopo il Brexit la sterlina ha perso il 16%.